TEL/FAX 081/5937931
- 081/5930809

Blog

Segui tutti gli aggiornamenti dal Centro Diagnostico Nardi

02/01/2019

La riabilitazione cardiologica dopo la convalescenza


la_riabilitazione_cardiologica_dopo_la_convalescenza

Grazie alle moderne tecniche mediche e chirurgiche, essere affetti da una problematica cardiologica non dà sempre necessariamente un esito letale, ma se tempestivamente diagnosticata e curata, può permettere al paziente, con opportuni accorgimenti, di poter riprendere in mano tranquillamente la propria esistenza. Perciò se la diagnosi e l'intervento hanno avuto un esito positivo, la riabilitazione cardiologica costituisce la seconda fase del recupero completo del paziente, che si affronta dopo l’azione in sala operatoria ad esempio per un intervento di sostituzione valvolare aortica che è poi conseguente alla convalescenza. 

Didatticamente infatti, si divide la riabilitazione cardiaca in varie fasi: la fase uno si svolge nella parte acuta della malattia nel caso in cui il paziente abbia avuto un infarto, uno scompenso cardiaco, o una sostituzione di una valvola cardiaca e consiste perciò nella stabilizzazione clinica del paziente, nell’individuazione dei suoi fattori di rischio, di mobilizzazione precoce e nell’esecuzione di sedute di ginnastica respiratoria, si svolge durante la convalescenza.

Perché effettuare una riabilitazione cardiologica

Da qui in poi inizia la fase due, quella maggiormente strutturata; prima di lasciare l’ospedale, il paziente viene visitato e, in base ai parametri clinici riscontrati, gli specialisti elaborano un piano di riabilitazione e mirato che consideri la prognosi successiva all’intervento.

Da questo momento, si inizia il percorso di riabilitazione, il paziente può scegliere di effettuarla in day-hospital, in riabilitazione ambulatoriale o ancora si richiede al paziente di recarsi in centri specializzati, nel caso in cui, ad esempio risieda in zone troppo distanti dai centri riabilitativi e quindi gli spostamenti troppo lunghi sarebbero fonte di stress ulteriore. Tale fase è utile da effettuare perché:

  • riduce la disabilità del paziente che consegue ad un intervento cardochirurgico;
  • riduce il rischio nel paziente di nuovi dannosi eventi cardiovascolari;
  • favorisce la stabilità clinica del paziente stesso;
  • migliora la qualità della vita e incide positivamente sulla sopravvivenza del paziente.

Com’è strutturato un programma riabilitativo

Un programma riabilitativo strutturato completo prevede il monitoraggio di vari aspetti: il controllo da funzionalità tramite monitoraggio con ECG e PA , e tramite diagnostica cardiologica non invasiva, ECG dinamico, ecocardiogramma colordoppler, ecostress, Holter pressorio, monitoraggio telemetrico, delle complicanze post-operatorie, il training monitorato in palestra con esercizi appositamente mirati, la prevenzione secondaria con incontri di counseling tra l’equipe e i pazienti per stimolare il cambiamento dello stile di vita, la stratificazione prognostica e la valutazione psicologica: i pazienti infatti, sono segnati dall’esperienza potenzialmente letale che hanno vissuto, perciò anche il supporto psicologico svolge un ruolo importante. Un programma riabilitativo dura dalle 3 alle 4 settimane, ma molto dipende dal singolo paziente.

Dopo la riabilitazione

Durante la riabilitazione occorre seguire particolari accorgimenti come evitare sforzi, dal momento del ritorno a casa e per i successivi 3 mesi, fino a quando la piena forma fisica è stata recuperata totalmente. 

Tornati a casa, parte la fase tre, che rappresenta il proseguimento a vita delle attività iniziate durante il periodo di riabilitazione strutturata, quindi innanzitutto l’attività fisica, la dieta e il controllo farmacologico dei fattori di rischio. In genere viene eseguita autonomamente dai pazienti. Prima di tornare a svolgere l’attività quotidiana, una buona prassi sarebbe quella di sottoporsi ad un controllo approfondito e ripetere anche esami di routine per escludere eventuali anomalie. Il paziente può poi svolgere una normale vita sessuale.
 

 

I Servizi Offerti

CENTRO
DIAGNOSTICO NARDI

Via Raffaele Caravaglios 36
80125 Napoli

TELEFONO E FAX

+39 081 5937931
+39 081 5930809

ORARI DI APERTURA

tutti i giorni dal lunedí al venerdí
dalle 9,00 alle 19,00