Tel/Fax : 081 5937931 - 0815930809 [email protected]

Pensare positivo fa bene! Ecco perché il cuore e le emozioni sono strettamente correlate

Sapevate che il cuore è in realtà un piccolo cervello che agisce e reagisce indipendentemente dal sistema nervoso centrale? Proprio così! Il cuore e le emozioni, sono infatti strettamente correlate.

Il cuore e le emozioni: ecco perché bisogna pensare positivo

Tutti noi parliamo di emozioni in termini di esperienze. E soprattutto, tutti noi viviamo per emozionarci, perché sono proprio i sentimenti a generare energia, sia fisica che psichica.

Chi di noi non ha mai sentito l’espressione: “Ho avuto un colpo al cuore!”, in seguito ad una brutta esperienza, o “Questa canzone fa bene al cuore”, riferita ad una sensazione piacevole. Ebbene, ancora una volta scienze e tradizione popolare si incrociano e convergono nella stessa direzione.

Coltivare emozioni positive rigenera il nostro cuore, contrariamente a quelle negative, che hanno un impatto negativo su questo. Sempre più ricerche di alcune branche di cardiologia, come la neurocardiologia e psicocardiologia, confermano infatti che esiste una stretta relazione tra emozioni e sistema cardiovascolare. Spieghiamo perché.

Le reti neurali che collegano il cuore al cervello, sono molto più estese rispetto a qualsiasi altro sistema comunicante con gli organi principali. Questo fa sì che il sistema cardiovascolare riesce autonomamente a codificare messaggi ed informazioni, che a loro volta, vengono poi trasmessi al cervello cranico.

Ad ogni battito infatti, il cuore non solo pompa sangue, ma trasmette al cervello una serie di informazioni, che ne influenza l’attività. Stiamo parlando di informazioni:

  • Percettive
  • Emotive
  • Cognitive

Da ciò ne consegue che il cuore, influenzando le attività del sistema nervoso centrale, ha un forte potere su di esso. Il cuore di una persona ottimista dunque, tenderà ad inviare messaggi positivi al cervello; una persona stressata, al contrario, sarà colmo di messaggi negativi, che tenderanno ad influenzare in maniera sfavorevole il regolare ritmo cardiaco.

Cosa significa questo? Che pensare positivo, avere un approccio ottimista alla vita, e allenarsi per migliorare il proprio self-control, è la giusta soluzione per ripristinare la giusta armonia tra cuore e cervello.