Tel/Fax : 081 5937931 - 0815930809 [email protected]

L’inibizione cronica della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5i) è sicura e cardioprotettiva? Una metanalisi sugli effetti della terapia

Secondo gli autori dello studio recentemente pubblicato su BMC Medicine, basato su una metanalisi di 24 trial randomizzati (RCTs) coinvolgenti circa 1.600 pazienti, 954 randomizzati a terapia con inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5i) e 772 a placebo, la terapia con PDE5i è in grado di:

  • Ridurre la massa cardiaca (effetto sul rimodellamento) nei pazienti con ipertrofia ventricolare sinistra LVH−12.21g/m2, 95 CI: −18.85; −5.57
  • Incrementare il volume telediastolico ventricolare sinistro in quelli senza LVH (5.00 mL/m2; 95% CI: 3.29; 6.71)
  • Aumentare l’indice cardiaco (0.30 L/min/m2, 95% CI: 0.202; 0.406) e la frazione d’eiezione ventricolare sinistra (3.56%, 95% CI: 1.79; 5.33).

Tali effetti vanno in parallelo con la diminuzione dei valori di NT-proBNP nei pazienti con LVH severa (-486.7 pg/ml, 95% CI: −712; -261).

La somministrazione di PDE5i migliora anche la vasodilatazione flusso mediata (3.31%, 95% CI: 0.53; 6.08) senza cambiare i parametri del postcarico. Flushing, cefalea, epistassi e sintomi gastrici sono gli effetti collaterali più comuni.

In conclusione, questa metanalisi suggerisce per la prima volta che i PDE5i hanno proprietà anti-remodeling e migliorano l’inotropismo cardiaco, indipendentemente dalle modifiche del postcarico con un buon profilo di sicurezza. Questi farmaci, inizialmente usati per la disfunzione erettile e successivamente impiegati nel trattamento dell’ipertensione polmonare arteriosa potrebbero, in base alla riproducibilità dei risultati ed alla tollerabilità su popolazioni diverse, secondo la suddetta metanalisi, essere somministrati ad uomini con LVH ed insufficienza cardiaca nella prima fase.

Si rende necessario un ampio trial per capire i reali effetti benefici, cardioprotettivi del trattamento cronico con PDE5i, poiché lo studio non ha considerato il parametro della differenza di genere dei soggetti.